lunedì 17 dicembre 2007

"Parlamento Pulito" arriva in Senato!



3 mesi e 6 giorni dopo la giornata del V-DAY la legge di iniziativa popolare "Parlamento Pulito" è giunta a Palazzo Madama. Le 350.000 firme raccolte sono state portate da Beppe Grillo al Presidente del Senato Marini. Il tragitto che ha portato Beppe al Senato è stato percorso per una parte in risciò e per una parte a piedi. Le firme sono state trasportate all'interno di grossi scatoloni di cartone e portate a peso dentro l'ufficio di Marini. L'accoglienza dei cittadini romani nei confronti di Beppe è stata decisamente calorosa, come testimoniano vari video in Rete, e molte persone hanno invitato Grillo a proseguire con le sue battaglie al motto di "A Bè daje giù" (che tradotto credo significhi "Forza Beppe, fagli vedere tu..") riferendosi prevalentemente ai politici nostrani. La consegna di queste firme ribadisce ufficialmente la Costituzionalità del Movimento venutosi a creare l'8 settembre e abolisce definitivamente la parola Antipolitica, che in questi mesi ha tenuto fin troppo banco, accanto al sostantivo Manifestazione. Ora deve essere data la possibilità a Beppe di illustrare i 3 punti della legge di fronte a qualche Commissione Parlamentare, in modo tale che i nostri finti rappresentanti vengano a conoscenza di ciò che in essa è contenuto. Duecentocinquanta tra Senatori e Deputati sanno già di cosa si parla e, attraverso il Blog di Grillo, hanno già dato il loro assenso all'approvazione della proposta popolare. Ovviamente da parte mia, e non solo credo, i dubbi sono molti ma i nomi e i cognomi di questi 250 Parlamentari sono ben noti e visibili a tutti in Rete e da lì non scappano. Alla domanda "Ma lei ci crede a questi Parlamentari?" rivolta dalla giornalista di SkyTG24 a Beppe, quest'ultimo ha infatti risposto: "Certo che ci credo. I loro nomi sono scritti qui per cui se non rispettano quanto dichiarato se ne prenderanno le loro responsabilità!". Questa legge loro non la possono votare e nemmeno la vogliono perché stanno troppo bene dove stanno. Cercheranno in tutti i modi di affossare questa proposta e già dal primo giorno ci hanno provato. Un Senatore di non so quale Commissione al Senato, infatti, appena ricevuta la proposta di legge dalle mani di Marini ha cominciato ad elencare una serie infinita di articoli relativi all'esaminazione di una pratica. Logicamente nessuno ha capito nulla e forse nemmeno lui si è capito, ma il concetto di fondo che è passato è ben chiaro, ossia più tardi questa legge è esaminata e meglio è per tutti (loro). "Parlamento Pulito" tenteranno di insabbiarla in tutti i modi e cercheranno di farlo nel modo più subdolo possibile perché sanno che la Rete li controlla. Ciò che è successo con il ddl Levi-Prodi li ha turbati e sanno che ora se vogliono fare furbate c'è qualcuno che li controlla. Per questo c'è la possibilità che la proposta di legge sia inglobata in altri provvedimenti che porteranno a limitarne i suoi effetti, di fatto cancellandone i valori che con sé porta. Quello che i partecipanti del V-DAY potevano fare lo hanno fatto, ora non sta più a noi avere il controllo della situazione. Ciò che si può fare è monitorare l'iter parlamentare del provvedimento e continuare a stare uniti per denunciare le calunnie e le furbate di coloro che stanno sedendo su una poltrona che ormai non appartiene più loro, semmai fosse appartenuta a qualcuno dato che chi siede lì è stato scelto dai Partiti e non dalla volontà popolare. Il popolo della Rete tornerà a riunirsi in Piazza il 25 Aprile 2008, giorno della Liberazione, per un secondo V-DAY contro l'informazione malata. Anche in quella occasione saranno raccolte firme contro il finanziamento pubblico ai giornali e molto altro. TEO NEWS vi terrà informati sull'iniziativa ogni qualvolta vi saranno delle novità importanti e personalmente inserirò video e informazioni nel tempo che tratteranno del tema dell'informazione italica con i suoi relativi scandalosi finanziamenti. Stay Tuned!

14 commenti:

Orso von Hobantal ha detto...

Con tutta la simpatia che posso provare nei confronti del più importante movimento antipolitico (non è una parolaccia) spero e prego che questa legge non venga mai apporvata.
L'ultima cosa che voglio è che i giudici decidano chi sia eleggibile o meno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Credo che quello che più conta sia il messaggio che la gente vuole vedere una politica pulita.

E questo, a prescindere dal come si può realizzare, con quale legge ecc..., credo sia un diritto sacrosanto di ognuno di noi.

Ermes ha detto...

Grande Beppe!!!
Tra quelle firme ci sta anche la mia.
Fuori dal parlamento i condannati.
Non voglio politici di professione.
Vorrei in Italia la Democrazia Diretta come in Svizzera.
postarelibero.blogspot.com
Sono disposto a uno scambio di post, se vuoi contattami. Ciao!!

Orso von Hobantal ha detto...

Vorrei in Italia la Democrazia Diretta come in Svizzera.

Io voglio il federalismo fiscale come in Svizzera. Beppe Grillo me lo puó dare?

vecchiatalpa ha detto...

tienici informati

Giovanna Alborino ha detto...

concordo con daniele...
buona giornata

Matteo L. ha detto...

Orso il federalismo fiscale è necessario e sicuramente alla tua provocazione rispondo che Grillo non potrà mai portare a questo e tu lo sai bene. Il problema che mi porrei io è se qualcuno riuscirà a portare il federalismo fiscale in Italia. Non mi dirai che la Lega aveva fatto il federalismo fiscale nell'ultima legislatura? Guarda ti ribadisco il concetto che il federalismo non è la panacea di tutti i mali ma qui da noi sarebbe fondamentale, ma in ogni caso non è mai stato studiato ed eseguito un piano serio di attuazione dello stesso. Tu questo probabilmente lo sai e la tua domanda-provocazione potrebbe essere anche letta come un bisogno di un elettore come te di trovare qualcuno che questo federalismo fiscale lo faccia dato che non hai trovato ancora nessuno :)

Orso von Hobantal ha detto...

Come no... c'è Capezzone e Pagliarini... poi ci sono altri 980 parassiti che non ci staranno mai, è ovvio.
Ritornando a bomba: ma davvero pensate che una legge del genere possa servire a qualcosa se non ad aumentare il potere discrezionale dei giudici (che manco poi sono eletti, quindi tendono notoriamente alla "castità", cioè al diventare casta :))

giadatea ha detto...

come al solito riesci a sollevare discorsi e discussioni interessanti

lucestelle ha detto...

Veramente carino il tuo blog e concordo con Giadatea..hai sollevato argomenti veramente interessanti ed intelligenti
ciao ti aspetto

Franky ha detto...

Ciao complimenti per il blog, se ti và di scambire i link questo è il mio Spartaco Libero http://spartacuslibero.blogspot.com/ .Ciao fammi sapere.p.s. ottimo post, concordo pienamente

Franky ha detto...

Ciao sono sempre io,ho aggiunto il tuo link al mio blog...a presto e grazie per lo scambio

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie