domenica 2 dicembre 2007

Sosteniamo la Ricerca con Telethon!

Fra poco più di una settimana parte, come ogni anno, la campagna TELETHON a favore della Ricerca Italiana contro molte malattie ancora oggi incurabili, o poco curabili per la precisione. In particolare parlo delle malattie genetiche. Il genoma questo sconosciuto verrebbe da dire perché se ne sente parlare, ma non tutti hanno la fortuna, la voglia e le abilità per potersi addentrare nell' argomento e nello studio dell'argomento soprattutto. In particolare ne sentiamo parlare in molte fiction e in molte serie televisive dove si parla di medicina legale in sostanza. Ebbene, questo genoma conosciuto con il termine chimico di DNA, e citato in molteplici fonti, sembra ormai un qualcosa di radicato nel tessuto popolare ma forse poche persone sanno che quello umano è stato "letto" completamente solo nel 2000. Sì, solo sette anni fa gli scienziati di "Progetto Genoma" sono riusciti a leggere l'intero codice della vita umana. Ora penso sia inutile addentrarsi nei dettagli ma vi voglio solamente fornire alcune nozioni importanti, penso e spero possano servire per cultura personale: Il DNA (Acido Desossi-riboNucleico) è una mega "molecolona" costituita essenzialmente da 4 paia di Basi Azotate conosciute sotto il nome di A, T, C, G (Adenina, Timina, Citosina, Guanina) le quali si alternano tra loro in una sequenza di numero prossimo a 3 Miliardi e 200 Milioni (di coppie di basi) e lunga circa 2 metri. Questo "cordone", però, non è bello liscio e lungo ma è tutto aggrovigliato in quelli che possiamo considerare 46 gomitoli, ossia i nostri cromosomi. Capite bene, dunque, come sia stato difficile prendere questo cordone, "srotolarlo" e decodificarlo, cioè mettere una dietro l'altra queste tre miliardi e passa di lettere chimiche. Finito qui? Macchè! L'obiettivo della lettura è stato raggiunto certo ma qui ora entra in gioco un'altra parolina molto famosa che è GENE. I geni sono piccole porzioni di questo DNA, sono come dei segmenti ritagliati su questo cordone per ribadire l'esempio. Essi sono l'emblema della vita perché da loro, con opportuni meccanismi qui non descritti, vengono prodotte le proteine ossia i motori delle cellule. Molti geni sono noti (e di conseguenza è nota la proteina corrispondente) ma moltissimi altri non lo sono e c'è bisogno di un'intensa attività scientifica per raggiungere in futuro l'obbiettivo. Allo stato attuale dell'arte si pensa che i geni umani possano essere circa 40 mila ma se ne conoscono di sicuri e certi molti meno. La non conoscenza va di pari passo con la non curabilità di determinate Malattie Genetiche definite Rare. Malattie Genetiche perché alla base della patologia ci sono delle modificazioni varie ad uno o più geni e Rare perché poco presenti nella popolazione e, dunque, difficilmente studiabili dal punto di vista molecolare per cercare quelle modifiche e studiare una cura. La Maratona di Telethon da anni dà proficui risultati e l'anno scorso sono stati raccolti 30.740 Milioni di euro. L'obbiettivo per tutti deve essere superare questa cifra ed è per questo che ho deciso di creare questo banner (grazie all'aiuto prezioso dell'amico Caramon) che spero vorrete prelevare e inserire nei vostri blog o siti. Una cosa di cui sono sicuro è che gli Italiani per queste iniziative non sono secondi a nessuno e allora il motto è: Sosteniamo la Ricerca!

21 commenti:

giadatea ha detto...

ottima iniziativa, e bravo tu a sostenerla con questo post scritto verametne bene, esaustivo e completissimo.

Giò ha detto...

Molto ben spiegato teo...
ho inserito molto volentieri il banner nel mio blog, dato che ho avuto modo di sbirciare il lavoro che fanno quei lab, finanziati da telethon... (ve ne è uno vicino all'ufficio di caldesi!), devo dire che è una cosa fenomenale!

Caramon ha detto...

ciao teo! ora lo inserisco anche io il banner :)

pabi71 ha detto...

grande teo,bravissimo,ho inserito il banner anche io.complimenti.ciao

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Una iniziativa molto conosciuta ma che pubblicizzare ulteriormente non fa certo male anzi.....!

Giovanna Alborino ha detto...

lungo post, ma molto dettagliato...
inserisco il banner
ciao
gio

Armandrex ha detto...

post utile da diffondere...

Matteo L. ha detto...

Vi ringrazio tutti del sostegno. Credo sia importante diffondere l'iniziativa perchè è pane per i denti della Ricerca. Grazie Caramon per aver linkato il post, è utilissimo il tuo appoggio! A risentirci a tutti

Andrea Opletal ha detto...

e sosteniamo questa iniziativa ... ma mi chiedo se un giorno tutti quelli che di soldoni ne hanno le tasche piene facessere un piccolo sforzo forse non sarebbe poi tanto male no !

Matteo L. ha detto...

Opletal grazie. Se la tua era una domanda ti rispondo dicendoti che molte persone famose e ricche danno un contributo importante alla ricerca. Poi se lo fanno per fini pubblicitari non lo so, ma intanto sganciano i soldini ed èp ciò che conta. A risentirci!

batman ha detto...

Ciao Matteo
mi hai chiesto di visitare il tuo sito e di darti un parere da "esperta" (http://manuelabattaglia.typepad.com/)... Ti faccio prima di tutto i complimenti per la chiarezza con cui hai spiegato un argomento MOLTO complesso che spesso rischia di essere mal interpretato. La semplificazione è una dote non comune a tutti quello che lavorano nell'ambito scientifico.
Una cosa che io avrei aggiunto (ma in questo senso io sono un pò fissata..) è una semplice figura in cui spieghi tutti i vari passaggi da DNA a gene a proteina...Perchè come si dice "a picture is worth a thousand words..."
Comunque congratulazioni ancora per il tuo blog, il tuo impegno e la voglia di coinvolgere anche i tuoi lettori. La cultura degli italiani nei confronti della ricerca scientifica va cambiata e il cambiamento DEVE partire da NOI.

vecchiatalpa ha detto...

grazie teo della tua visita e dei bei post. ti ho linkato nel mio blog. ciao

Trattato di Roma ha detto...

ti ho linkato Matteo, ora vedo se riesco a trovare un buchetto per il banner....

TdR

Stefania (alias zstefy) ha detto...

cambiato link con nome in Teo News, scusa.. a presto!

Matteo L. ha detto...

Grazie a tutti. Grazie in particolare a Manuela. Sono lusingato dalle tue parole ma non ho ancora l'abilità ed i titoli per essere accumunato a te. Sono solo un umile studente che ha pensato a questa iniziativa sapendo che i fondi per la ricerca se non vengono da qui, difficilmente da altre parti arrivano purtroppo. Io sono veramente fiero che una ricercatrice che collabora con telethon abbia fatto questi apprezzamenti e ti ringrazio vivamente per il consiglio del disegno. A dire la verità non ci avevo proprio pensato e non saprei nemmeno come inserirlo nel blog ma sicuramente me ne ricorderò in futuro, se ce ne sarà di bisogno. Io credo che questo Paese abbia bisogno come il pane di scienza e di ricerca scientifica. Se è vero, come è vero, che abbiamo i cervelli è un peccato non sfruttarli ma farli emigrare. Grazie Manuela, spero di poter entrar in contatto con te anche prossimamente e per me sarebbe un onore. Il bello della Rete è anche questo: poter dare del "tu" anche a ricercatori come te! Grazie.
Ringrazio tutti quelli che mi hanno linkato e commentato. Non smettete di entrare in TEO NEWS e non ve ne pentirete. Vi invito ad aderire pure al Progetto ALTAPOPOLARITA'.

Leone paziente ha detto...

Bravo Teo!!! Sono molto contento del tuo post e del tuo banner!!!! Da medico ti dico che è fatto molto bene, semplice, chiaro, abbastanza completo!!! Sono daccordo con manuela sulla questione delle immagini, che chiarirebbero il concetto!!! Se vuoi posso aiutarti in questo!!! Complimenti!!! Io ho in progetto un post sulla ricerca in Italia, ma sarà un post con più dolori che sorrisi!!! Fortunatamente c'è Telethon che riesce a fare qualcosa!!! Il professore Ballabbio è stato mio professore di genetica!!! E' un grande, una persone stupenda che crede in quello che fa e che ha trasmesso molto a noi studenti!!!
Continua così Teo!!!

Matteo L. ha detto...

Leone non sapevo fossi medico e mi complimento con te. Io non ho voluto strumentalizzare l'uso di telethon per parlare della ricerca in Italia. Concordo con te, la mia rabbia è molta e forse un giorno la scaricherò con un post adatto ma per questa iniziativa mi sono detto che era meglio lasciar perdere con le questioni politiche. Credo che basti dire che fortunatamente esiste Telethon e già qui si capisce il concetto. Questa iniziativa dovrebbe essere solo un appoggio alla ricerca italiana e invece sempre più sta diventando l'unica fonte di ricerca. Se i soldi non arrivano da lì, non arrivano da nessuna parte. Aspetterò il tuo post!

mami ha detto...

complimenti vivissimi sei riuscito con parole semplici a farmi capire termini che sinceramente per me sono spesso incomprensibili bravo
mami

IlDelfinoVerde ha detto...

Ti auguro un buon fine settimana.
A presto!
Alessandra

prodotti&opinioni ha detto...

Anche io sto con Telethon! Complimenti per il tuo Blog. Anche io sono entrata nel progetto ALTAPOPOLARITA', ti ho linkato tra i preferiti, vieni a trovarmi sul mio Blog e lascia un tuo commento, mi farà piacere, ciaooo!

http://prodottieopinioni.blogspot.com/

Matteo L. ha detto...

Grazie a tutti per le belle parole e per il sostegno a Telethon. Vi ricordo anche di sostenere il progetto Altapopolarità nel web. Uniti siamo più forti. Ciao a tutti