domenica 12 ottobre 2008

Si parte da 250.000 firme in un giorno!

La Costituzione Italiana sancisce all'Articolo 1 che "L'Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro. La Sovranità appartiene al Popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione". Una di queste forme è il "Referendum Popolare Abrogativo di leggi ed atti aventi forza di legge" previsto dall'Articolo 78 della Costituzione. L'iniziativa referendaria è riservata alle Regioni (5 Consigli Regionali) e al popolo mediante la raccolta di 500.000 firme valide ed autenticabili. Bene, il popolo già da ieri si è espresso perché in un solo giorno sono state raccolte 250.000 firme in tutta Italia per l'istituzione di un "Referendum Abrogativo del Lodo Alfano". Questo Lodo, per chi ancora non lo sapesse, è una legge ordinaria che prevede l'immunità per le 4 più alte cariche dello Stato: Presidenza della Repubblica, Presidenza del Senato della Repubblica, Presidenza della Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica. E' formalmente una legge ad personas che diventa ad personam nel momento in cui diventa chiaro a tutti che l'unico usufruitore della legge sarà Berlusconi e non sicuramente Napolitano piuttosto che Schifani e Fini. E' una legge Anticostituzionale perchè viola, come minimo, l'Articolo 3 della Costituzione ed è Immorale perché rende 4 cittadini "più uguali" rispetto agli altri di fronte alla legge. Molti mi dicono che chi è a favore del Referendum è il solito antiberlusconista che non ha niente di meglio da fare che sparare addosso al Premier. Io dico che queste persone non hanno capito nulla oppure traggono dei vantaggi dal fatto che Berlusconi sia a capo del governo, anche se al momento mi sfuggono quali possano essere questi vantaggi. Non capiscono nulla perché questa legge più che essere a favore di un singolo (al momento Berlusconi) è contro tutta la collettività. Lasciamo stare per un attimo l'attuale Premier e pensiamo al futuro: siete d'accordo sul dare l'impunità a tutte le 4 cariche più alte dello Stato che da oggi in poi si alterneranno al potere in Italia? Se voi rubate vi condannano, se stuprate vi condannano, se uccidete vi condannano, se corrompete vi condannano... e loro? In base a che diritto questi quattro cittadini, da oggi in poi, possono ritenersi diversi dagli altri di fronte alla legge sovrana? Queste sono le domande che tutti noi dobbiamo porci, indipendentemente dall'antiberlusconismo o meno. Berlusconi se Dio vuole passa, ma la legge resta ed è scandalosa. E' questa la molla che deve farvi scattare in piedi per raggiungere subito il computer e cercare in internet quando, come e dove si può firmare vicino a casa vostra. Cliccando qui potete vedere dove verranno istituiti dei banchetti per le firme. Io ho già scoperto che verranno pure nel mio Comune di Residenza, per cui non preoccupatevi perché può essere benissimo che appena fuori dalla vostra porta di casa prima o dopo compaia un gazebo che vi invita a firmare. E' la politica che finalmente viene a casa nostra, perché noi siamo i Sovrani di questo Paese e noi dobbiamo decidere delle nostre sorti. E' ora che il Potere capisca che non siamo utili solo quando c'è da mettere una croce in un simbolo di Partito, ma che siamo quelli a cui devono rispondere di buon operato ogni singolo secondo, di ogni singola ora di ogni singolo giorno dell'anno comprese le festività. La firma è un nostro diritto e, in questo caso, è a favore di ognuno di noi. C'è tempo fino a fine dicembre, forza. Uniti siamo più forti!

P.S.: Leggete il post sotto in termini di "piccole novità" nel blog!

N.B.: Copiate e diffondete il banner a favore del Referendum "Contro il Lodo Alfano"

23 commenti:

Blogger ha detto...

Non voglio essere disfattista, lo sai, avevo anche io il banner, l'unica sul mio blog.
Cazzo, 250000 sono poche, ti rendi conto che milioni di persone non credono sia giusto formare ma soprattutto altre non reputano, a mio parere a ragione, sia utile farlo?
Vabbè oggi mi son svegliato male.
Ciao e a presto.
Io sono a Milano, firmerò ovviamente se ci sarà qualcosa in città.
Ciao
Dario

Matteo L. ha detto...

Io penso siano tante in un giorno. Considerando la poca pubblicità fatta dai giornali!

ღ Sara ღ ha detto...

appunto..c'è tempo fino a dicembre!

articolo21 ha detto...

Io credo sia un ottimo punto di partenza. Il guaio grosso è solo uno: in Italia lo strumento dei Referendum non attira più consensi di massa da molti anni, tranne rare eccezioni.

@enio ha detto...

speriamo che le firme raccolte non facciano la fine fatta di quelle raccolte da Grillo.

Pino Amoruso ha detto...

Ciao Teo...250mila firme in un solo giorno!!!

Buon inizio settimana ;)

Matteo L. ha detto...

@ articolo 21: purtroppo hai ragione. Lì deve essere brava la macchina organizzativa dell'Italia dei Valori, ma credo che molto possa dipendere dall'estrema sinistra che sta fuori dal Parlamento e va nelle Piazze e dal PD che se si sveglia può portare molta gente alle urne.

@ @enio: per quanto riguarda Grillo, il primo V day prevedeva una legge popolare per cui era già prevedibile che si raggiungeva poco con il Parlamento attuale, per quanto riguarda il secondo V day è un referendum e prima o dopo si farà!

Buona settimana a tutti!

3my78 ha detto...

logger il problema è diverso. Cioè milioni di persone non hanno la più pallida idea di cosa sia il Lodo Alfano ed è per questo che non vanno...fai una prova: chiedi a chi conosci cosa pena del Lodo e vei che ti rispondono!
Purtroppo la tv non spiega e se lo fa lo fa male...e non tutti hanno o sanno usare il web.
Cmq c'è ancora tempo per chi volesse apporre la firma...è un invito:-)

suburbia ha detto...

E speriamo , oltre che il referendum approdi, anche che queste stesse stesse persone poi a votare ci vadano.
Comunque le premesse sono buone e ho sentito che l'iniziativa prosegue anche per i prossimi sabati.
Grazie del commento, il tuo blog e' molto ben fatto e con belle notizie, io ti ho aggiunto nella pagina dei miei link.
Buona giornata

Bruno ha detto...

concordo con 3my78
la stramaggioranza delle persone non sanno del lodo alfano e non sanno dell'iniziativa del referendum.....quando ho parlato di questo con amici , conoscenti, colleghi......beh signori non so voi ma io sono rimasto basito.... lodo alfano? referndum e firmare per cosa?????
i media non dicono nulla per fortuna c'è internet , si è vero..... ma l'italia statisticamente con il sistema internet per persona non è messa male, malissimo..........inoltre la gente non si informa.....e ci meritiamo cio' che abbiamo.
quindi 250.000 firme per la pubblicità che è stata fatta e per l'ignoranza in materia che abbiamo sono tantissime.

Alessandro Tauro ha detto...

Credo anch'io che considerando la scarsissima pubblicità (il giorno stesso delle due manifestazioni a Roma solo il TG3 aveva dedicato un servizio, a parte i 45 secondi del TG1) il risultato è eccellente.
C'è tempo fino a novembre/dicembre per firmare. E il giorno che si dovesse andare a votare tra il SI e il NO, nel segreto dell'urna, non so quanti elettori di centrodestra decideranno di non fare una scelta di giustizia e chiarezza mettendo una bella croce sulla casella giusta!

Pellescura ha detto...

Non ne parla nessuno ovvio, allora che dittatura mediatica sarebbe?

inconfidenza ha detto...

Ciao
Ho spostato il mio blog, e ho conservato il tuo link, potresti gentilmente aggiornare il mio link per favore.
grazie

Anonimo ha detto...

...pero' potresti aggiungere ad onore di cronaca: "...per il periodo di effettività della carica".

solo per non rischiare di sembrare fazioso...

Anonimo ha detto...

...e anche che il procedimento rimane solamente sospeso in quel lasso di tempo, per riprendere il suo corso al decadimento della carica...

è abbastanza curioso come pure qui non si risparmino certo manipolazioni della realtà...

Pino Amoruso ha detto...

Ciao, mio malgrado qualcosa mi costringe a promuovere una iniziativa contro la Riforma Gelmini che mira a distruggere la scuola pubblica ed a creare migliaia di disoccupati. Troverete da me i link per sottoscrivere una petizione e per inviare una mail al Presidente della Repubblica...

Continuiamo a far "RETE"... Aiutatemi a diffondere il messaggio!!!

A presto ;)

suburbia ha detto...

OT Sto cercando di mettere in home quel gadget con gli ultimi post. Tutti imiei link, anche il tuo sono (come indicato) qui.

Matteo L. ha detto...

@ anonimo: tanto per non essere tu il fazioso potresti dire che questa norma avrebbe solo un minimo senso (ma anche no) se la si applicasse a presunti (ripeto presunti) reati commessi durante il mandato. Si dà il caso che Berlusconi è imputato per possibili reati commessi prima di scendere in politica, o comunque non per fatti politici, e sta sfruttando il potere politico per bloccarsi quei processi. Ma a prescindere dalla parte politica di ognuno, che evidentemente tu rinneghi nel momento in cui scrivi da anonimo vergognandoti di mettere il tuo nome (..o forse sei Bondi..uhm), resta il fatto che questa legge è ritenuta Anticostituzionale da più di cento costituzionalisti italiani, oltre che dal PM De Pasquale (che ovviamente è un "comunistone" di primo pelo no??). Capisco che Silvio vi stia rincoglionendo il cervello, ma da qui a difendere anche le leggi contro la legge ci vuole proprio tutta.

Fosco Del Nero ha detto...

Ciao, ho visto oggi il tuo blog... molto ricco, complimenti. :)
Ti scrivo per l'appunto perchè anche io gestisco un blog (anzi, più di 1, ben 5!), e volevo proporti uno scambio link (se con tutti o con uno scegli tu :)...
Ok, fammi sapere (magari in uno dei miei, così leggo subito), e in ogni caso buona giornata!

Fosco Del Nero
www.foscodelnero.blogspot.com
www.libriromanzi.blogspot.com
www.pnlapprendimentosviluppopersonale.blogspot.com
www.amoreincontriamicizie.blogspot.com
www.assicurazionimutuiprestiti.blogspot.com

Simona ha detto...

io andrò a firmare ma non ho molta fiducia nei miei connazionali...

Silvia ha detto...

linkato! :)

Alessandro Arcuri ha detto...

...tanto ignoreranno tutto e i fogli con le firme finiranno ad ammuffire in qualche scantinato.
Quanto ci scommettete?

Matteo L. ha detto...

@ Alessandro: speriamo di no. Ora è in Parlamento chi propone questo referendum e quindi ha il suo peso. Confidiamo nella giustizia