sabato 12 gennaio 2008

"Bruciamo" gli Inceneritori!


Nel trattare le lacune di Napolitano nel suo discorso di inizio anno ho criticato la sua manchevolezza, nonché ignoranza, nel parlare del tema dei Rifiuti e degli Inceneritori. Involontariamente sono stato Profeta di Sventura dato cosa sta capitando in questi giorni (ormai settimane) a Napoli e in Campania. Vorrei entrare in dettaglio, nei limiti delle mie possibilità, su un tema che in questi giorni ho avuto modo di valutare, per rendervi partecipi di quella che è un ulteriore lacuna dei nostri rappresentanti politici e dell'informazione. Questo tema è quello degli Inceneritori, conosciuti con il nome beffardo e opportunistico di Termovalorizzatori. Questa parola è stata usata a valanga in questi giorni anche da chi, vedi Pecoraro Scanio Min. dell'Ambiente, fino a pochi mesi fa odiava questo termine. Parto da un punto fondamentale e cruciale: non abbiamo bisogno di Energia! Questo concetto tra noi giovani deve svilupparsi come un virus perché siamo la generazione che può salvare questo benedetto Paese. Molto spesso si associa il concetto di Energia con le prese di corrente, con i fili che ci entrano in casa.. L'Energia già oggi (con costi che decrescono di mese in mese) può essere AUTOPRODOTTA in casa da ciascuno di noi attraverso le risorse che lo stesso ambiente ci dona. Per fare un unico esempio esistono, e sono già usati in molti Paesi Nordici, dei pannelli solari e fotovoltaici che sono collegati direttamente a dei canalicoli, contenenti un fluido speciale che raggiunge i 150 °C quando batte il sole e 100°C quando il tempo è nuvoloso, che si sviluppano per l'intera casa arrivando ai termosifoni riscaldandoli, arrivando alle docce, ai rubinetti... Si può avere una casa calda e confortevole senza sprecare nulla di corrente elettrica. Dato per certo e assimilato questo concetto, torno sul tema Inceneritori. Essi non producono assolutamente Energia come ci vogliono far credere e in più sono nocivi e letali per la salute umana. Le cose BRUCIATE dentro ad un inceneritore, per semplificare la mia trattazione, sono essenzialmente fatte di carta, cartone e plastiche di vario genere. Sono tutti materiali ad alto potere calorifico e quindi favoriscono il buon funzionamento di un inceneritore ma sono pericolosissimi. Le plastiche chimicamente sono derivati di combustibili fossili (petrolio) e bruciarle equivale a bruciare questi derivati del carbonio dannosi per la salute. Carta e cartone, invece, vengono prodotti dal legno utilizzando un'enormità di acqua ed alberi trattati con flussi di energia impressionanti. Si stima che l'Energia sviluppata dal bruciare questi rifiuti sia, come minimo, la metà rispetto all'Energia consumata per produrre i materiali che poi vengono bruciati. Questa condizione è irreversibile perché più rifiuti si bruciano e più il rapporto tra Energia effettivamente prodotta ed Energia consumata aumenta a favore dello spreco energetico. Con questi due esempi si dimostra come gli Inceneritori siano una truffa sia dal punto di vista ENERGETICO che dal punto di vista ECONOMICO. Questa cosa l'hanno capita da subito i Petrolieri e gli Amministratori Delegati delle Società che gestiscono gli Inceneritori e infatti dal 1992 è stata creata appositamente una legge "ad petrolierem" che permette a loro di avere degli incentivi Statali, cioè nostri, dalla bolletta dell'Enel. Senza questa "leggina" gli Inceneritori sarebbero già morti da una vita, proprio perché gestire una struttura del genere è come gestire una Società che già in partenza si sa che avrà solo perdite. Avreste mai voglia voi di creare e gestire una Società che come prospettiva ha solo quella di limitare le perdite inevitabili e irreversibili? Bene nel '92, mentre si stava promulgando una legge che favoriva gli incentivi verso le Energie Rinnovabili, qualche buontempone finto rappresentante popolare ha inserito vicino alla scritta "Energie Rinnovabili" la parola "ED ASSIMILATE". Così facendo, ha trasferito una vagonata di MILA MILIARDI delle vecchie Lire ai Petrolieri per permettere il mantenimento in vita degli Inceneritori, i quali esistono ancora tutt'oggi perché li sovvenzioniamo involontariamente noi attraverso un 7% di ogni bolletta Enel che ci arriva a casa. Ecco che così diventano più chiari i passaggi precedenti e si chiude il cerchio, come si suol dire. L'informazione italiana queste cose non le dice perché sviano l'attenzione della gente su problemi meno concreti mandando in confusione tutti. Tutto ha una causa e una conseguenza nella vita, ma se chi dovrebbe far informazione non sviluppa le cause, poi non ci si può lamentare se la gente entra in confusione e non capisce cosa le accade tutti i giorni sotto il naso e il perché. Ora ho tentato di spiegarvi l'aspetto economico della truffa ma c'è da tornare sull'aspetto della salute. Ogni Inceneritore quando brucia i materiali citati sopra, chiamati dagli addetti ai lavori come biomasse per far credere alla gente che siano una cosa pulita, immette nell'atmosfera un quantitativo di fumi superiore in peso alla quantità di materiale bruciato e forma delle ceneri tossiche da smaltire. Mi spiego: si è stimato che per ogni chilo di materiale bruciato 1,2 kg va nell'aria sottoforma di nanoparticelle cancerogene (diossine, derivati del furano, metalli pesanti..) e 6 etti diventano cenere che deve essere stoccata in apposite discariche per non contaminare l'ambiente circostante (vedi il caso di Pianura nel napoletano). Le nanoparticelle non possono essere fermate e proprio per la loro dimensione e per le loro proprietà chimico-fisiche (sono sostanze lipofile e quindi chimicamente affini alle nostre cellule) entrano nei nostri tessuti provocando infiammazioni nelle migliori delle ipotesi e cancro molto spesso. Lo Stato e le Istituzioni secondo la Costituzione devono proteggere e salvaguardare la Salute Pubblica e non mi pare che sia questo il caso. Come minimo i responsabili di queste situazioni dovrebbero dimettersi e pagare i danni a tutti i cittadini e alle famiglie che subiscono quotidianamente, senza possibilità di repliche, questo stato di cose assurdo. Mi auguro che l'entrata in vigore della Class Action possa ridare un po' di Giustizia al popolo italiano, molto spesso deriso dalle grandi Lobbies e non rappresentato dalle Istituzioni!

P.S.: Paul Connet, Professore di Chimica Ambientale alla St Lawrence University di New York parla degli inceneritori e della strategia "Rifiuti Zero"!


16 commenti:

Orso von Hobantal ha detto...

Mai sentito di pannelli solari nei paesi nordici. Dubito che siano convenienti come sostieni, visto che li usa tutto il mondo, mentre i pannelli solari li installa qualche privato (senza grossi risparmi)
Per quanto riguarda la situazione europea guarda qui: http://www.greenreport.it/file/art/foto_11360.JPG
e considera la percentuale di paradisi nordici come stoccolma e copenagen relativamente a "rifiuti in discarica" e "recupero energetico" (=termovalorizzatori).
Che poi questi ultimi non siano efficienti è una fandonia grilliana: lo dimostrano casi come quelli di Brescia e di Parona (PV).
Cito da wikipedia:
A Brescia, in prossimità della città, c'è uno dei termovalorizzatori più grandi d'Europa (ca. 750 000 tonnellate l'anno: il triplo di quello di Vienna) che soddisfa da solo circa un terzo[8] del fabbisogno di calore dell'intera città (1100 GWh/anno) e che, nonostante sia stato oggetto di diverse procedure di infrazione da parte dell'Unione Europea, nell'ottobre 2006 è stato proclamato «migliore impianto del mondo»[9] dal Waste to Energy Research and Technology Council,[10] un organismo formato da tecnici e scienziati di tutto il mondo e promosso dalla Columbia University di New York; ha suscitato però qualche perplessità il fatto che questo organismo annoveri tra gli "enti finanziatori e sostenitori" la Martin GmbH,[11] che è tra i costruttori dell'inceneritore premiato. [12]
Qui trovi anche le fonti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Inceneritore

Poi rimane il problema che se anche l'energia la "autoproduci" ci sono ancora i rifiuti da smaltire. Come?

Ciao.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Concordo in pieno sulla nefasta influenza degli inceneritori e di come siano pericolosi e nocivi per l'ambiente.

Raccolta differenziata e nuove tecnologie da studiare possono essere le soluzioni presenti e future.

Matteo L. ha detto...

Peccato che l'inceneritore di Brescia sia stato proclamato migliore del mondo dal suo COSTRUTTORE...C'è questo piccolo dettaglio, ma non voglio entrare in polemica su queste cose. Ti dicono che sono sicuri perchè hanno i filtri e poi si sa che i filtri hanno dei pori di 6 micron al massimo. Le particelle formate in una combustione sono nell'ordine dei nanometri cioè tre ordini di grandezza inferiori. Non dare a Grillo l'importanza scientifica che non ha. Grillo sfrutta la sua popolarità per dire le cose che gli vengono dette da Professori Universitari conosciuti ( tipo il Prof. Montanari) e stimati in ambito medico. Gente che non lavora per nessuno ma solo per la Ricerca e proprio per questo quando scoprono cose scomode vengono licenziati o vengono tolti loro gli strumenti del mestiere. Montanari, ad esempio, oltre a lavorare sugli inceneritori ha scoperto, con un semplice microscopio TEM, cosa contengono molteplici alimenti di case produttrici famose (metalli pesanti cancerogeni in prima linea). A lui prima è stato sequestrato il microscopio e poi è stato tolto il lavoro dall' Università, ma non si è beccato nessuna querela o denuncia per diffamazione. Il video porta un altro esempio di un Prof stimato a New York. Poi uno è libero di accettare tutti gli inceneritori del mondo, per carità, io ho solo detto la mia idea.

Matteo L. ha detto...

Ce ne sono una marea di info sui ricercatori e sui prof. che studiano l'argomento.. Ho parlato del Prof. Montanari ed eccolo qui

http://it.youtube.com/watch?v=iKRNIBaS-gM&eurl=http://ilovemycats.myblog.it/

Su youtube ne trovate una marea di suoi video!

Orso von Hobantal ha detto...

Per onestà ho postato la citazione per intero. Rimane il fatto che produce un terzo della richiesta di Brescia, soddisfacendo circa il fabbisogno di 70.000 abitanti.
Quella di Gatti e Montanari è una bufala colossale, di cui ho parlato l'altroieri: http://elboaro.blogspot.com/2008/01/quintali-di-rumenta-e-ecoallarmismo.html

ecco il materiale fornito da Attivissimo:
http://www.attivissimo.net/int_conf/20070802-montanari-disinformatico-testo-integrale.pdf
http://attivissimo.blogspot.com/2007/07/allarme-per-i-cibi-avvelenati-dai.html

Non sto dicendo che gli inceneritori non inquinano ma che realizzano un rapporto costi/benefici accettabile, a differenza di quanto sostiene l'ecoallarmismo, dando retta al quale ci troveremmo tutti nella situazione di Napoli in breve tempo.

Rimango ancora in attesa di una valida alternativa all'inceneritore.

Gemella Monella ha detto...

la cosa che più mi urta di questa storia è che come al solito i politici la strumentalizzano solo per darsi la colpa l'un l'altro, senza sforzarsi invece di trovare soluzioni lavorandoci insieme. Abbiamo dei politici che sono loro sì dei rifiuti, da smaltire il prima possibile

Melina2811 ha detto...

Da quello che ne so io invece con i pannelli solari si riesce a produrre energia a sufficienza non solo per il proprio fabbisogno, ma addirittura potrebbe anche essere più che sufficiente. L'unica cosa che costa ancora un pò troppo.

Matteo L. ha detto...

Gemella concordo, ma finchè gente come Bassolino ed amici vengono rieletti per anni tutto questo non cambierà. I napoletani e campani eleggano persone diverse e poi vadano a giudicare i risultati del cambiamento. Se poi si pensa che le elezioni siano controllate perchè Bassolino è amico della c...ra è un altro discorso che non mi tocca dato che non sono campano.
Melina concordo e ti confermo che il mio è stato solo un esempio tra i tanti possibili da fare. Non volevo troppo discostarmi dal tema principale. Grazie comunque della precisazione utile per tutti coloro che leggono.

Lele ha detto...

Ciao teo...!Sacrosante le cose che hai detto....!Quel sistema di cui hai parlato dei pannelli fotovoltaici con il liquido che raggiunge i 150° ne ho parlato nel mio blog il 2 dicembre.se ti interessa c'é la spiegazione del progetto originale del professor Palazzetti.....!Per quanto riguarda le critiche sui costi dei pannelli solari,mi sembra abbastanza scontato il perché.Il maggior fornitore e produttore di pannelli solari é la Shell.Leggero conflitto di interessi....!Cmq se iniziamo a pensare che il sole non sia una buona fonte da cui attingere............!Per quanto riguarda gli inceneritori,chi crede che non inquinano e che siano utili,mi dovrebbero spiegare perché allora 409,ripeto,409 medici hanno firmato contro gli inceneritori a Forlì(se vuoi vedere é in un mio post recente)ovviamente ignorati!Migliaia di persone hanno firmato per la preferenza della raccolta differenziata,ma Hera ha stanziato 60 milioni di euro per l'incenerimento e 2 milioni di euro per il porta a porta.
Non riesco proprio a capire l'ottusità delle persone che dicono "trovate un alternativa agli inceneritori"!La raccolta differenziata é un alternativa,ma se non si prova.....!In Italia negli ultimi anni i tumori sono in fase esponenziale,quando 10,15 anni fa le previsioni dicevano il contrario.Ma gli inceneritori non centrano niente,ovvio.....!
Scusa del papiro Teo,l'articolo che ho postato sugli inceneritori ti potrebbe interessare....!
Ciao.....!

Matteo L. ha detto...

Grazie mille lele per le preziose informazioni. Appena avrò tempo andrò sicuramente a leggere il tuo post. Un saluto

Nicola Andrucci ha detto...

ho pubblicato un vido contro gli inceneritori, sul mio blog, me lo hanno mandato gli amici del meetup di Beppe Grillo

Nicola Andrucci ha detto...

oggi i ragazzi di forlì contrari all'inceneritore, hanno manifestato durante la visita di prodi.
NO AGLI INCENERITORI!

pabi71 ha detto...

Ciao Teo,bel post.
Sicuramente anche tu,come Caramon,sei sotto studio...
Ti ho fatto una sorpresa,appena puoi,vieni a trovarmi.
Un saluto e a presto,tanto per cambiare vado a lavorare.
P.S.
Se hai un banner,guarda il link nella mia home page "banner Amici",se vuoi lo metto li.

lucestelle ha detto...

Hai trattato un argomento veramente importante ...

acquisizionelavoro.it ha detto...

Ciao, rivolto a tutti i bloggher, se volete potete fare uno scambio link con www.acquisizionelavoro.it seguendo le istruzioni in www.acquisizionelavoro.it/segnalasito.htm e sarete inseriti in www.acquisizionelavoro.it/imiglioriblog.htm con Pr2

Roberto ha detto...

Complimenti per il tuo blog, anche io sono un sostenitore delle energie alternative........il sole su tutte!!!

Ho scritto alcune cose anche io sulle en energie alternative...e più mi informo più mi appassiono.....

ciao