domenica 8 febbraio 2009

Ma quale sono le priorità per l'Italia?

Ieri sera ho guardato il TG1. Dio ve ne scampi per carità! Credo sia stata una delle pagine più brutte del giornalismo italiano e, anche se ormai non mi spavento di nulla, sono stato veramente colpito negativamente da come l'informazione pubblica sta trattando questo grave periodo in cui versa l'Italia. Venti minuti, dico venti, al caso Eluana e trenta secondi, dico trenta, alla crisi economica. La strumentalizzazione che si sta facendo del caso Englaro ha qualcosa dell'incredibile e mi rammarica molto questa cosa. Io pensavo che l'Italia fosse un Paese in cui vivono 57 Milioni di allenatori quando gioca la Nazionale ma sto notando in questi giorni che è il Paese in cui esistono 57 milioni di psicologi, di neurologi, di padri e madri con i figli come Eluana. Ognuno trasforma la vita di questa povera ragazza in un argomento di discussione. Per una volta è possibile raccontare la verità e fermarsi esclusivamente a quella? E' possibile per una volta parlare di fatti in questo Paese di pochi fatti e tante opinioni? Perché non si dicono solamente le tre cose che bastano e avanzano per trattare questo caso? Mi limito ad elencarle senza pender parte al dibattito di questi giorni perché ritengo che la vita di ognuno sia privata e non merce di scambio: 1) In uno Stato di Diritto, patria per giunta del Diritto Romano che ci è invidiato da tutti, una sentenza definitiva ha l'obbligo di essere applicata e nessuno è al di sopra delle legge. 2) Anni fa a questa povera ragazza è stata diagnosticata la morte cerebrale che per definizione neuropatologica, individuabile in qualsiasi testo sull'argomento, è l'assenza di vita elettrica di tutto o gran parte del cervello. La diagnosi di morte, in questi casi, può essere anticipata ad una fase in cui il processo di morte, pur coinvolgendo irreversibilmente il paziente in quanto organismo, non ne ha ancora coinvolto pienamente e irreversibilmente i singoli organi. 3) A prescindere dalla legge e dalla scienza, ogni singolo soggetto è padrone della propria vita e nessuno può intervenire nelle decisioni passate, presenti e future che riguardano quella singola persona. Io penso basti questo per trattare questo caso perché sinceramente non trovo che ci sia null'altro da dire. Chi sono io per dire se Eluana deve vivere o morire? Chi sono i giornalisti, i politici, i vescovi, i papi, i governanti per dire e dare opinioni sulla vita di un'altra persona? C'è un bisogno atavico di FATTI in questo Paese e io mi sono limitato a dirli, nulla di più. Da qui in poi faccio un passo indietro e dovrebbero farlo in molti. Dicevo prima dei trenta secondi concessi gentilmente alla crisi economica che sta attraversando il Paese. Tutto il mondo occidentale sta tentando di agire per fronteggiare la crisi nel migliore dei modi e l'Italia cosa fa? Dà gli incentivi per le auto, per i mobili e per gli elettrodomestici? Magari questo sarebbe anche utile, ma non oggi! Non quando si ha una situazione che porterà milioni di persone nel giro di sei mesi a perdere il lavoro, non ora che la parte più produttiva del Paese sta chiudendo baracca e burattini perché non c'è più una lira di cash, non ora che le piccole e medie imprese attraversano un periodo di buio perché non hanno lavoro. Ho la fortuna di conoscere qualche imprenditore e vi giuro che molti di loro non hanno quasi più una vita sociale da quanto girano per l'Italia per trovare lavoro. Questo per me non è normale del tutto. Sono d'accordo sul far chiudere chi non ha avuto una condotta gestionale corretta della propria impresa, ma chi l'ha avuta, e ancor'oggi si sta facendo il c..o per cercare di rimediare qualche spiraglio di speranza, deve essere sostenuto e rafforzato con norme ad hoc. E non c'è all'orizzonte un piano decente per salvaguardare le imprese che meritano e nemmeno per salvare i posti di lavoro che esse portano con sé! Di questi casi nel Nord Est, ma credo in tutta Italia, ce ne sono a bizzeffe, altro che frigoriferi o mobili. Noi dove siamo? Siamo purtroppo a parlare di Costituzione filo-sovietica mentre accadono le cose che ho appena detto sopra, siamo a fare la campagna elettorale in Sardegna a spese nostre mentre a Monaco i più grandi Paesi d'Europa si riuniscono per sentire il vice presidente degli USA che parla di politica estera e della crisi economica globale, siamo a parlare delle mignotte a New York invece di far rendere conto a chi governa del proprio NON-operato e siamo a parlare di Eluana, quando Eluana meriterebbe solo il rispetto e la dignità proprie del silenzio.

P
.S.: Ringrazio Danx di Italia senza valori per avermi assegnato il premio Dardos. Grazie per la fiducia!

16 commenti:

il viandante ha detto...

Come diceva Flaiano: l'Italia è la patria del Diritto, ma anche del Rovescio!

fabio r. ha detto...

in italia le priorita' sono come le palle: ognuno ha le proprie. il problema sorge quando i ciglioni governano. allora le loro priorita' giornaliere devono essere le nostre !

Danx ha detto...

Bell'articolo davvero.
Sono stufo di sentire politici incompetenti che vogliono farci vivere in base ai loro...pareri!!
Se passi nel mio blog italiasenzavalori c'è una sorpresina per te
Ciao

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Una riflessione che merita a sua volta una bella riflessione....
Buon inizio settimana!

Matteo L. ha detto...

Tanto per tornare su parte del mio post. Oggi Berlusconi ha ritrattato tutto sulla Costituzione. Io mi sono stancato non tanto dei suoi collaboratori che gli salvano il culo ogni volta, ma di questi giornalisti che diffondono notizie simili senza far domande. Una volta, dico una, mi piacerebbe che qualcuno prendesse il microfono e dicesse: "ma perchè ha detto il contrario ieri? Si rende conto della gravità?". Oggi leggo "Liberacion" e mi viene da piangere. Sarkozy ha appena stanziato 6 MILIARDI di euro (MILIARDI) solo per il comparto auto e 1 francese su 3 è scontento di come il suo Presidente sta affrontando la crisi. Il consenso di Sarkozy scende dal 46% al 41% poco più. E lui ha messo la grana, è a qualsiasi conferenza mondiale in cui si parla della crisi, da Presidente di turno dell'UE ha più volte chiesto insieme alla Merkel un nuovo New Deal per l'economia... E noi??? Mah!

Pupottina ha detto...

in italia sono così tante le priorità che non si sa da dove iniziare...
nel frattempo non si risolve un bel niente....

^_______________^


buon inizio settimana

Anonimo ha detto...

Attenzione perchè su questo post c'è una grave imprecisione.
Eluana Englaro è in stato vegetativo permanente, NON si tratta assolutamente di morte celebrale.
Lei infatti mantiene totalmente tutte le funzionalità vitali come la respirazione, la pressione sanguinea o la diuresi.
Le opinioni siano libere ma i fatti siano riportati in maniera corretta.

Erika ha detto...

Sempre bravo il mio amore.. cmq gli imprenditori saranno più forti della crisi, alla faccia di berlusca che di soldi ne ha fatti tanti ma con neanche un decimo della fatica che fanno quelli normali..

Andrew ha detto...

ciao eluana

tronketto ha detto...

Ciao Matteo...ho visto il tuo commento sul mio blog datato 3 gennaio...ma tra un cavolo e un'altro mi sono ricordato di risponderti solo adesso...sorry.
Cmq a parte quello gran bel post...vedo che sei proprio da primalinea.
Pero' anche se sembra ci siano molte persone che sanno usare la cabeza ,alla fine lo psiconano ste elezioni le vince sempre e tocca puppasselo per anni e anni....co' eluana ha raggiunto l'apice dello schifo eppure e' sempre lodato e leccato da milioni di coglioni...mah che dire a volte mi viene da piangere...forse e' per questo che sul mio blog preferisco basare la maggior parte dei post sullo scazzo,almeno rido.
Ciao
fatti vivo ;-)

Matteo L. ha detto...

@ Anonimo: Se leggi la definizione di morte cerebrale (peraltro diagnosticata già anni orsono) vedi come quello che hai detto tu non è altro quello che ho riportato io. Mai detto che gli organi non fossero vitali. Ma attenzione! Quando sentite storie del tipo che con un colpo di tosse Eluana aveva eliminato il sondino state attenti perchè il riflesso della tosse Eluana non lo ha (aveva purtroppo) da anni.

Sandro ha detto...

Ti ho linkato sul mio blog (http://menteattuale.blogspot.com) perché mi è piaciuto come hai affrontato la questione in questo tuo articolo.

Complimenti

Matteo L. ha detto...

Grazie dei complimenti ma credo di aver scritto solo cose normali. Grazie

Sandro ha detto...

Ci mancherebbe Matteo. Ho letto anche il commento che mi hai lasciato. Ti ho inserito tra i blog che seguo, oltre ad averti già aggiunto su Technorati. Se ti va di diventare un lettore fisso e/o di aggiungermi/linkarmi su Technorati.com è un piacere mio

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie